venerdì 27 marzo 2015

Il Preferito

Tortino al cioccolato 
Cuore morbido al caffè







Ebbene questo tortino è semplicemente un estasi per il palato, il mio preferito, che prendo sempre nel mio ristorante preferito..
Quello però è solo al cioccolato accompagnato da una pallina di gelato alla panna!
Questo invece ha un cuore morbido al caffè.
 Una sfera di ganache al cioccolato creata aggiungendo una tazzina di caffè espresso fumante e un involucro di cioccolato amaro al 70% per un unione unica!
Un dolcetto facilissimo da preparare ma di grande impatto, perfetto per fine cena!


Per la ganache al caffè:
  •  1 tazzina di caffè espresso 
  • 70gr di cioccolato fondente
Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, unite il caffè e mescolate bene.
Create delle semisfere di ganache aiutandovi con uno stampo in silicone e mettetele in congelatore per almeno un ora.







Per l'impasto:
  •  140gr di cioccolato fondente
  • 100gr di burro
  • 3 cucchiai di panna liquida
  • 1 cucchiaio di farina 
  • 1 cucchiaio di maizena
  • 50 gr di zucchero di canna
  • 2 uova
Sciogliete il cioccolato a bagnomari con il burro e la panna, nel frattempo montate le uova con lo zucchero e unitevi poi le farine.
Infine unite anche il cioccolato sciolto e mescolate fino ad ottenere un composto liscio.
Riempite fino a metà degli stampini, precedentemente imburrati e infarinati (io taglio anche un dischetto di cartaforno da mettere nel fondo per essere sicura che non si attachi), inserite nel centro una sfera di ganache al caffè e coprite con dell'altro impasto, gli stampi dovranno essere riempiti fino a tre quarti!
Fate riposare i tortini in frigo per almeno mezz'ora, poi infornateli a 200°C per il tempo necessario!

Il tempo di cottura dipende dalla grandezza degli stampi.
Per i miei ci sono voluti più o meno 17 minuti di cottura, ma se i vostri stampini sono più piccoli allora ci vorrà di meno..fate attenzione a non cuocerli troppo altrimenti il cuore si asciugherà!
Questi dolcetti vanno mangiati caldi, ma come avete visto si cuociono in pochissimo tempo, e si possono preparare con largo anticipo.
Se avete in previsione una cenetta, per esempio, potete prepararli il giorno prima e tenerli in frigo fino al momento di infornarli! 


 





 














Con questa ricetta partecipo al contest cioccolato e...caffè
ospitata questo mese da cardamomo and co!


Banner caffè e cioccolato




martedì 24 marzo 2015

Zeppole di San Giuseppe




Zeppole del papi
19 Marzo
Lo so sono in ritardo!



Si sono in ritardo, ma al papà le ho portate addirittura in anticipo..è che poi devo trovare la voglia di trascrivere tutto al computer e sistemare le foto, comunque potete anche farle per voi stessi..San Giuseppe di sicuro non aveva fatto un maleficio a questi dolcetti per far si che venissero bene solo il 19, dai non s'arrabbierà!
L'involucro di questi dolci è di pasta choux, ed è una grande soddisfazione vederli crescere in forno..diventano il doppio e guardarli gonfiarsi ha fatto gonfiare anche il mio ego, mi ha fatta sentire invincibile..ahahahaaa mi basta poco!!
Poi vi serviranno della crema pasticcera e delle amarene!






Per la pasta choux:
  • 240gr di acqua
  • 150gr di farina
  • 120gr di burro
  • 4 uova
  • un pizzico di sale
  • mezza buccia di limone grattuggiata
In un pentolino portate a bollore l'acqua con il burro il sale e il limone, fuori dal fuoco aggiungete tutta in una sola volta la farina, mescolate bene, rimettete sul fuoco e continuate a rimestare finchè l'impasto non si stacca dalle pareti e forma una palla.
Lasciate intiepidire e poi unite un uovo alla volta, incorporando bene il primo prima di aggiungere il successivo.
Riempite una sacca da pasticcere e spremete l'impasto su una teglia foderata di carta da forno formando delle specie di ciambelle!
Infornate a 190°C fino a che non sono belli dorati!! Fate attenzione alla cottura perchè se non saranno ben cotti, una volta tolti dal forno si afflosceranno!
Lasciateli raffreddare su una griglia così che si asciughino bene!
Ci vorranno almeno 25/30 minuti!

Nella ricetta originale in realtà andrebbero fritte, ma anche in forno sono fantastiche e decisamente più leggere!


Per la crema pasticcera:

625gr di latte intero
6 tuorli d'uovo
180gr di zucchero
20gr di amido di mais
20gr di amido di riso
mezza bacca di vaniglia


Con una frusta mescolate i tuorli con lo zucchero e la vaniglia, aggiungete i due amidi e incorporateli bene per evitare i grumi!
Aggiungete il latte a filo e ponete sul fuoco fino a bollore.
Lasciate raffreddare coprendo con della pellicola a contatto con la crema, così non si formerà lo strato più secco in superficie, e quindi i grumi, una volta che andrete a mescolarla ancora!
Riempite una sac a poche e farcite!
Le ciambelline vanno tagliate a metà e riempite, poi al centro mettete un bel ciuffo di crema e aggiungete l'amarena!






 







Pasta di Nocciole

..era ora..





Ingredienti
Nocciole
e basta!


Prima di tutto tostate le nocciole!
Spargetele sulla teglia del forno foderata di carta forno, fatelo scaldare a 170°C e infornate, dopo una quindicina di minuti dovrebbero essere pronte..regolatevi in base al colore e al profumo!!
E soprattutto fate attenzione a non bruciarle!


Una volta fredde cominciate a frullarle, ci vorrà un pò ma pian piano cominceranno a rilasciare il loro olio e alla fine vi ritroverete con un vasetto fantasticamente profumato!!
Fate qualche pausa mentre frullate per non far surriscaldare il vostro povero amico frullatore.

Con questa pasta potrete aromatizzare quel che vi pare, o magari preparavi una crema spalmabile veloce veloce con:

  • due cucchiai di pasta di nocciole
  • un cucchiaio di malto d'orzo, riso, o quel che preferite
  • tutto quel che volete spalmare di dolcezza..





lunedì 16 marzo 2015

Tortina Crudista per Caso

..ehm diciamo quasi crudista va!

Si perchè mi son ritrovata a frullare e tritare e infine i fornelli non li ho toccati mai, e mi son detta..oh bene..una torta crudista!!!
La base di questa tortina è fatta con noci, nocciole, semi di girasole, semi di lino, e, ultimi ma non meno importanti, datteri!
Il tutto va tritato insieme..si crea un impasto appiccicoso da stendere sul fondo della tortiera!!
Potete aiutarvi con le mani..è molto denso quindi un pò difficile da compattare in modo uniforme!
Per le dosi beeee..andate ad occhio!!..tritate, aggiungete, tritate, tastate, aggiustate, ritritate..e quando siete soddisfatti stendete!!!

La crema invece è la stessa della torta Doppio Cioccolato e Lamponi ma con l'aggiunta di tre cucchiai di pasta di nocciole.
La dose di questa crema vi basterà per uno stampo di 24cm di diametro..ma vi consiglio di dimezzare le dosi e usare uno stampo più piccolo perchè ve ne basterà una piccola fettina  per ricaricarvi di energie e sentirvi super appagati!!

Una volta trascorso il tempo di riposo in frigo la torta va ribaltata!
Ed eccola qui...
Potete alleggerirla con della panna montanta, o una crema allo yogurt o al formaggio fresco magari..









lunedì 9 marzo 2015

Doppio Cioccolato e Lamponi

Vegan





Avevo fatto questa torta tempo fa per una cena da una cara amica, era un esperimento e alla fine è stata gradita da tutti perciò ho deciso di rifarla e aggiungerla qui!
Si perchè quella volta non ho avuto tempo di fare le foto e così questa volta ho rimediato a questo inconveniente oltre ad averla, ovviamente, divorata!
  




Per la base:
  • 200gr di farina di farro
  • 40gr di cacao amaro in polvere
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 140gr di zucchero di canna
  • 60gr di sciroppo d'acero o d'agave
  • 20gr di olio di semi
  • 1 pizzico di sale
  • 150gr di latte di mandorla
Mescolate su una ciotola tutti gli ingredienti umidi e su un altra tutti quelli secchi, unite i primi ai secondi e mescolate bene fino ad ottenere un composto omogeneo!
Se la consistemza è troppo asciutta aggiungete ancora un goccio di latte.
Questo impasto basta per una tortiera da 24 cm di diametro..usatene uno a cerchio apribile!
Infornate a 180°C per mezz'ora circa, fate la prova stecchino!
Lasciate raffreddare!

Per la crema:
  • 250gr di polpa di avocado
  • 80gr di latte di mandorla
  • 140gr di sciroppo d'acero o d'agave
  • 1 pizzico di sale
  • mezza bacca di vaniglia
  • 150gr di cioccolato fondente
  • 20gr di cacao amaro in polvere
Questa crema è semplicissima, si tratta di unire tutti gli ingredienti apparte il cioccolato nel mixer e frullare finchè non sarà bella liscia!
Dopo aver sciolto il cioccolato a bagnomaria o nel microonde potete aggiungerlo al resto degli ingredienti e frullare ancora per amalgamare il tutto!!
La crema sarà già abbastanza densa ma si inspessirà ancora di più man mano che il cioccolato al suo interno si raffredda!!
 

L'aggiunta dell'avocado in una preparazione dolce forse può sembrare strana ma in realtà esalta il gusto del cioccolato e rende questa crema setosa quanto una mousse!!Non aspettatevi ovviamente lo stesso gusto di una mousse con panna e uova..ma non pensate che sia meno deliziosa!!
Potete usarla anche per decorare dei cupcake o semplicemente mangiarla al cucchiaio con dei biscotti!

Ma torniamo alla torta..versate la crema sopra alla base, livellatela con un cucchiaio e ponete in frigo a rassodare per bene..due orette possono bastare!
Togliete il cerchio ed eccola quiii!!!
Io l'ho finita con dei lamponi freschi, sono un ottimo abbinamento al cioccolato perchè puliscono il palato e danno un tocco di freschezza che alleggerisce il tutto, ma potete usare la frutta che volete magari scottata in padella con un pò di miele o semplicemente così fresca tagliata a dadini!