mercoledì 11 maggio 2016

otto maggio..


Delle crostatine che sanno di sole per la mia mamma..
Una frolla di riso e mandorle farcite con una crema gialla al latte di mandorla e fragole fresche!





Per la frolla:

100gr di farina di riso
50gr di farina di mandorle
50gr di amido di mais
40gr di fecola di patate
100gr di burro
90gr di zucchero di canna integrale
un tuorlo
un pizzico di sale
aroma di mandorla

Versate le farine sul piano al centro mettete lo zucchero, il burro, il tuorlo, il sale, e mezza fialetta di aroma mandorla, amalgamate tutti questi ingredienti meno le farine e gli amidi fino a creare una crema, poi cominciate a mescolare le farine sfregando le mani per crare delle briciole!
A questo punto compattate tutte le briciole e impastate fino a creare una palla.
Rivestitela di pellicola trasparente e mettetela a riposare in frigo per almeno un ora!
Stendetela e rivestite degli stampini da crostatine o uno stampo da torta, bucherellate il fondo con una forchetta poi rivestite la pasta con della carta stagnola e versateci dentro dei fagioli secchi o del riso, in questo modo in cottura la pasta manterrà la forma!
Sfornate e lasciatele raffreddare.


Per la crema:
300ml di latte di mandorle
2 tuorli
75gr di malto di riso
30gr di amido di mais
mezza bacca di vaniglia

Mescolate i tuorli con lo zucchero e l'amido, versate il latte a filo sempre mescolando e poi portate ad ebollizione!
Vedrete la crema addensarsi!
Trasferitela in una ciotola e copritela con la pellicola a contatto, in questo modo non si seccherà in superficie!!

E' il momento di riempire le crostatine e di decorarle con le fragole fresche..

Io ne ho fatte anche alcune con della crema di cioccolato perchè avevo avanzato dell'impasto!

Non sono certo perfette..
Ma a lei piaccio..no così!
Ecco qui!..e grazie mamma!!!




mercoledì 4 maggio 2016

Frittelle di fiori d'acacia







Ed eccomi finalmente con una ricetta primaverile, fatta e mangiata, una cosa veloce veloce, veloce la fai e ancor più veloce sparisce!
Un ringraziamento particolare a Emanuele e Giuliana che mi hanno raccolto taaanti tantissimi fiori!
Fiori d'acacia o di cassia direbbe mia nonna..sempre quelli sono.. la ricetta della pastella è proprio quella della nonna, un grazie anche a lei quindi, e i fiori vengono da un albero enorme che chissà quante fioriture ha visto, è cresciuto sul giardino di questo rustico in quel di Cassola, con un gran cancello, una siepe di rose, e dei pini altissimi che formano un cerchio, un posto da passarci le giornate, così solo a respirare.


Per la pastella:

4uova
300gr di farina 00
400ml di latte
40gr di zucchero
sale
vaniglia
cannella mezzo cucchiaino
olio di semi per friggere
zucchero a velo o miele d'acacia

Montate gli albumi con lo zucchero e metteteli da parte, amalgamate i tuorli con la farina il sale la vaniglia e la cannella aggiungete il latte e infine gli albumi montati.
A questo punto potete immergere i fiori tenendoli a grappolo oppure togliendoli dal loro gambo e mescolandoli con la pastella, e formare le frittelle con un cucchiaio, io ho preferito toglierli dai gambi sotto consiglio di Giuliana!
Potete provare anche l'altra versione ma il gambo rimane duro e non si mangia.
Friggetele quindi in abbondante olio lasciatele sgocciolare su carta assorbente e cospargetele di zucchero a velo o miele d'acacia!!
Io le mangiavo man mano che le friggevo, non potevo resistere, e da calde sono pazzesche, non che da fredde siano da meno..sia chiaro!