mercoledì 28 giugno 2017

Torta soffice alle pesche bianche e zucchero di cocco




Dopo il gran caldo della settimana scorsa mi ritrovo oggi a svegliarmi con un temporalone che brontola in cielo, l'aria è fresca e si sta davvero a meraviglia, e quello a cui penso subito è che questo è proprio il giorno giusto per accendere il forno!
E così vai di tortina, ma non ho voglia di uscire di casa per andare a prendere gli ingredienti e mi dico che farò con quello che ho in casa.
Pesche bianche, mezza lattina di latte di cocco in frigo, che devo assolutamente usare al più presto, e questo mi sembra un buon modo, zucchero di cocco che mi toglie il problema di non avere ne vaniglia, ne limone, ne arancia, visto che è molto aromatico e darà lui quel tocco in più all'impasto, ha un sentore di liquirizia, e come starà con le pesche?!
Bè molto bene devo dire, la dose di impasto è giusta per la quantità di pesche e il sapore forte dello zucchero di cocco non sovrasta quello delicato delle pesche che tagliate a fette spesse riescono a tenerlo a bada!






250gr di latte di cocco in lattina
100gr di zucchero di cocco
200gr di farina di farro semintegrale
30gr di olio di semi di girasole
1bustina di lievito per dolci
1pizzico di sale
2pesche a pasta bianca
il succo di mezzo limone


Sul bicchiere del mixer versate il latte di cocco, lo zucchero, l'olio e il pizzico di sale. Con il frullatore ad immersione create un'emulsione.
Mescolate su una ciotola la farina con il lievito e versatevi poi l'emulsione, mescolate bene!
Versate su una tortiera da 22/24 cm di diametro.
Tagliate le pesche a fettine e irroratele con il succo del limone, sistematele a raggiera sopra la torta e infornate a forno preriscaldato a 200°C per circa mezz'ora.
Fate la prova stecchino prima di sfornare!




A presto,
Valentina

mercoledì 21 giugno 2017

Pie di pesche e albicocche


E quindi ecco qui la ricetta in cui ho usato quel meraviglioso burro homemade, che come speravo ha dato la giusta elasticità all'impasto, perfetta per creare quelle decorazioni fantastiche che danno un tocco in più a questo tipo di torta, che è semplice e buona, e si trasforma in un capolavoro soltanto aggiungendo un pò di pazienza e mani gentili!






Per l'impasto:
250gr di farina di farro semintegrale
150gr di burro vegetale homemade
100ml di acqua fredda
1/2 cucchiaino di sale
la buccia grattuggiata di mezzo limone
1 cucchiaio di zucchero di canna integrale

Per il ripieno:
5 pesche, quelle che vi piacciono di più, io ho fatto un misto tra bianche e gialle
7/8 albicocche
il succo di mezzo limone
2 cucchiai di amido di mais
1 cucchiaio di malto di riso
mezzo cucchiaio di miele
2 rametti di timo limone

Sul piano di lavoro versate la farina sbriciolatevi al centro il burro e aggiungete tutti gli altri ingredienti fuorchè l'aqua.
Strofinate con le mani la farina insieme al burro fino a creare un impasto sabbioso, a questo punto aggiungete l'acqua un pò alla volta mescolando con una forchetta, poi impastate fino a formare un impasto liscio.
Ricopritelo con della pellicola per alimenti e fatelo riposare in frigorifero per almeno un ora.(io l'ho lasciato tutta la notte).
Nel frattempo preparate il ripieno, pelate e tagliete le pesche a fettine, tagliate anche le albicocche, mescolatele su una ciotola insieme al limone, al malto e al miele, e alle foglie di timo, aggiungete poi anche l'amido e mescolate bene!
Prendete l'impasto dal frigo e lavoratelo un pò con le mani per renderlo un pò più morbido, ma fate attenzione a non scaldarlo troppo, stendete quindi il disco di base della torta e foderate uno stampo di 24/26 cm di diametro.
Versatevi dentro la frutta e sbizzarritevi con la decorazione!!
Infornate a 220°C per dieci minuti poi abbassate la temperatura a 180°C e continuate la cottura ancora per una quarantina di minuti.
Sfornate e lasciate raffreddare per bene. 
Provatela con una pallina di gelato, e poi mi direte!!






A presto,
Valentina

mercoledì 14 giugno 2017

burro vegetale handmade








Per le preparazioni che hanno bisogno di quell'elasticità che l'olio non può dare, magari per una pie decorata con trecce di ogni dimensione, foglioline, strisce larghe e strette, cuori, fiori, scritte magari, l'impasto con l'olio non si presta per nulla, e così ad un corso mi insegnano questo burro vegetale e penso che magari viene meglio!
E bè per ora ho fatto il burro e ho fatto l'impasto.
Sta riposando in frigo proprio in questo momento, ed è rimasto un pò di burro anche per provare una frolla, e nei prossimi giorni troverò il tempo anche per quella!
Comunque insomma ancora non so cosa ne uscirà, ma per ora vi lascio qui la ricetta del burro, rivisitata.
Bè di sicuro quello che so è che non è un burro da spalmare sul pane, non è per niente cremoso, anzi davvero sodo, e sinceramente non me l'aspettavo, quello che credo è che per le frolle sarà perfetto perchè si sbriciola letteralmente, ma lega poi l'impasto alla grande!!vedremoooo vedremo...

100gr di burro di cacao
100gr di olio di semi di girasole deodorato e spremuto a freddo
4gr di lecitina di soia
100gr di latte di riso

Mettete l'olio in frigorifero e portatelo a 4°C.
Sciogliete il burro di cacao ad una temperatura inferiore ai 40°C.
Sul bicchiere del frullatore ad immersione sciogliete la lecitina nell'acqua frullando bene.
Continuando a frullare aggiungete a filo l'olio di semi e successivamente anche il burro, versandoli a filo.
Versate in una ciotolina con coperchio e mettete in frigo a rassodare.
Questo burro si conserva una settimana in frigorifero ma è possibile anche congelarlo.






















lunedì 5 giugno 2017

Arancia e Basilico


...senza latticini!
...super profumosa!







Era da un pò che volevo provare questo abbinamento, devo dire che è fantastico, sia nei gusti che nei colori, guardi questa torta e tutto quello che ti passa per la mente ha a che fare con l'estate, la annusi e la mente porta immagini di campi sconfinati e soleggiati, di quelli che si vedono sulla strada verso il mare, porta immagini di pranzi freschi, pomodori, brocche di limonata appena uscita dal frigo con le gocce di condensa che scendono dal vetro e rinfrescano le mani, piedi scalzi che godono del pavimento freddo di casa, o dell'erba soffice del giardino di mamma, mattinate a leggere libri sul balcone dove la linea d'ombra creata dal tetto e proiettata a terra è così netta solamente d'estate quando il sole è più potente che mai.
Tutto questo è solo basilico, è il suo profumo a creare questa magia, a farmi sentire l'estate che sta arrivando.
 E allora come non usarlo su una torta?! eccola qui!






Per una tortiera di 22cm di diametro:

200gr di farina "00"
2 uova
100gr di malto di riso
40gr di miele di tarassaco
6gr di foglie di basilico fresche
mezza buccia d'arancia
50gr di olio di semi di girasole deodorato
250gr di yogurt vegetale all'arancia
1 bustina di lievito per dolci
un pizzioco di sale

Per il succo aromatizzato:
Il succo di un arancia
5/6 foglie di basilico fresco
1 cucchiaino di miele di tarassaco


Preriscaldate il forno a 200°C.
Frullate insieme l'olio, lo yogurt, la scorza di arancia, il basilico e il sale.
Montate le uova con il malto e il miele fino a farle diventare bianche e spumose, aggiugete quindi la mistura di yogurt e basilico e infine la farina setacciata con il lievito.
Oliate e infarinate la teglia e infornate per circa trenta minuti, fate la prova stecchino prima di sfornare definitivamente!

Per il succo frullate insieme i tre ingredienti.

Una volta sfornata lasciatela intiepidire, bucherellatela con uno spuntone e versate il succo uniformemente così che vada sui buchi fatti in precedenza e inumidisca l'impasto!








Spero che questa torta faccia sentire anche a voi tutta l'estate che porta con se, mentre la preparate ma soprattutto mentre la gustate!




A presto,
Valentina